Pubblicato in: amministrazione morelli, consiglio comunale

All’armi, siam fascisti

Ci deve essere qualcosa che accomuna tutti gli imprenditori che mettono a rischio la loro impresa: c’è chi vede comunisti ovunque, c’è chi resuscita i fantasmi del ventennio. Entrambi però preferirebbero ad una iniqua (per la loro sensibilità) distribuzione della ricchezza, una equa distribuzione della incombente (per loro) povertà. Uno ha inquinato la vita politica della ex quinta potenza economica mondiale, occupando con metodi fascisti stampa ed informazione, salvando a spese della nazione intera il suo moribondo impero economico. L’altro vorrebbe imputare alla collettività, disinformata e mal rappresentata, i frutti malsani della sua avventatezza. Entrambi sono stati e saranno giudicati dalla moribonda coscienza collettiva. E qui entrano in scena i fascisti, inchiodatori della croce di un cristiano altrimenti lasciato morire di freddo, dispensatori di olio di ricino. I fascisti, cioè coloro che si prodigano in spiegazioni e richieste di chiarimenti, coloro che hanno creato occasioni virtuali e reali di confronto, coloro che reclamano trasparenza, coloro che incoraggiano le persone ad alzare la voce e uscire di casa, coloro che stimolano decine di persone ad presenziare agli atti di chi li rappresenta. Coloro che della fiducia della coscienza collettiva ne fanno l’unico motivo ispiratore. Gli stessi che vorrebbero sapere quando, come e perché sono fascisti. Anzi, senza tirare nessuno per i capelli, lo pretendono.

Annunci
Pubblicato in: compartone, consiglio comunale, edilizia

Libertè, Egalitè, Fraternitè

Eravamo convinti che quello che si era visto e sentito al Consiglio Comunale lunedì 11 agosto sia dentro l’aula, ma soprattutto fuori, poteva essere il peggio. Ma siccome al peggio non c’è mai fine, eccone qua la dimostrazione.
La votazione delle delibere 4 e 5 riguardanti il Comparto C2-4, rinviate secondo quanto è stato affermato in quella sede dall’ assessore all’ urbanistica, perché il gruppo di maggioranza nei giorni precedenti il Consiglio avrebbe fatto una riflessione giungendo alla decisione di concedere più tempo ai consiglieri di approfondire la conoscenza dell’argomento, in realtà è stata decisa un’ora prima del Consiglio stesso, per alcune frizioni interne.
Tra l’altro in quella sede è stato modificato l’Ordine del Giorno senza procedere a votazione come previsto dal Regolamento del Consiglio ed è stato impedito ai nostri Consiglieri di esprimersi, bell’esempio di democrazia.
A Consiglio ultimato il gruppo di maggioranza Assessori e soprattutto Consiglieri, sono stati trattenuti dal segretario del PD Corrado Palmetti che ha, con le “dovute maniere” e nel breve giro di 30 minuti circa, provveduto a fornire tutti gli approfondimenti possibili e immaginabili, e a chiarire le idee di chi ancora non fosse proprio convinto della bontà e dell’interesse pubblico di questo Piano Particolareggiato e decidendo di riconvocarlo nel giro di breve tempo….giusto per far sembrare che la data del 14 agosto riportata nel Pactum de non Petendo non fosse un limite temporale imposto all’ Amministrazione. Continua a leggere “Libertè, Egalitè, Fraternitè”

Pubblicato in: elezioni amministrative 2014

Lo strano caso del dottor Jekyll e mister Hyde

Immagine

LO STRANO CASO DEL DOTTOR JEKYLL E MISTER HIDE

Durante i suoi studi sulla psiche umana e le riflessioni morali sulla propria condotta, il dottor Henry Jekyll giunge ad una conclusione:

«Sia sul piano scientifico che su quello morale, venni dunque gradualmente avvicinandomi a quella verità, la cui parziale scoperta m’ha poi condotto a un così tremendo naufragio: l’uomo non è veracemente uno, ma veracemente due. »

Passando non senza esitazioni dalla teoria alla pratica, Jekyll miscela varie sostanze ed ottiene una pozione.

Sperimentando la pozione su di sé, il dottor Jekyll subisce una trasformazione tale da far emergere la sua seconda natura, quella delle sue inclinazioni attratte dal male, soppiantando completamente la propria identità personale. Finché ne dura l’effetto, diventa un altro essere con diverso corpo e diversa psiche: Mister Edward Hyde.

La storia si svolge a Londra nel XIX secolo.

Quella che vi vogliamo raccontare noi, si svolge a San Giovanni in Marignano nel XXI secolo anno 2014. Continua a leggere “Lo strano caso del dottor Jekyll e mister Hyde”

Pubblicato in: elezioni amministrative 2014

Il piatto dove hai mangiato

Immagine

Ill.mi Corrado Palmetti e William Damiani, mi stavo chiedendo se il PD o La Torre che dir si voglia, abbia fatto un ciclostile con le frasi “voglia di rifarsi una verginità politica sotto un nuovo simbolo” o “sputare nel piatto dove hai mangiato”, oppure avete tutti lo stesso suggeritore mascherato? (penso sia buona la seconda).

Perché non è la prima volta che compare nei commenti vari, tra l’altro anche di persone che si affacciano per la prima volta sulla scena politica marignanese e la storia non la conoscono. Ne la mia, ne quella marignanese in generale. Continua a leggere “Il piatto dove hai mangiato”