Pubblicato in: sociale

IL VOLONTARIO (c’era una volta a San Giovanni.)

onceuponatime

Tanti slogan, molta enfasi ma le risposte?

Chi è il volontario ?

Un privilegiato che può permettersi di farlo o chi non sa di cosa ci sia bisogno, ma offre il suo sostegno incondizionato?

E “quelli che fanno fatica”, che non hanno tempo energia e mezzi come si coinvolgono?

Come e chi decide quale situazione, richiede il supporto di uno o di un gruppo di volontari?

Siamo sicuri che il volontario possa assistere in situazioni che richiedono interventi di tipo professionale? (sociale-assistenziale o manutentivo)?

Intanto chiariamo un equivoco di fondo: il volontario non è necessariamente l’associazione.
L’associazionismo è una formula che permette di fare attività di volontariato, ma “non a scopo di lucro” non equivale a “volontario” altrimenti il rischio è di premiare chiunque svolga un’attività senza un compenso riducendo cosi il tutto a un mero rapporto clientelare.
Quello che sta succedendo a San Giovanni in Marignano dove stiamo assistendo al proliferare di un gran numero di associazioni, una bulimia di “attivismo” su cui questa amministrazione riversa ciò che taglia in ambito sociale (sanità, scuola), buttandoci dentro “quello che manca” vincolando al parere politico lo sviluppo delle attività di volontariato, con lo scopo di controllare i progetti e le proposte (e chi li propone), valutarne l’idoneità con l’obiettivo di “disciplinarli”.
Cosi ci ritroviamo il volontario “puro” quello senza legami/legacci,  confinato nella riserva dell’associazionismo, messo sotto tutela, svilito nella figura e nel significato, strumentalizzato a fini politici e costretto a prestare l’opera in un set fotografico itinerante dove se non sei “fotogenico” non esisti.

Annunci
Pubblicato in: movimento 5 stelle san giovanni in marignano, sociale

ORECCHIE DA MERCANTE

donkey-hero Come ben sappiamo per i comuni non è un periodo semplice: sono costretti a fare i conti con carenti risorse, economiche e di personale, incontrando quindi gravi difficoltà nel fare ordinarie attività di manutenzione o eseguire interventi di miglioramento e valorizzazione del territorio. Allo stesso tempo peró, anche per alcuni cittadini il periodo non è dei migliori. Spesso si trovano in difficoltà economiche, purtroppo non riuscendo a pagare le tasse. Un buon aiuto per entrambi può venire da una legge del decreto Sblocca Italia: il baratto amministrativo. Continua a leggere “ORECCHIE DA MERCANTE”

Pubblicato in: movimento 5 stelle san giovanni in marignano, sociale

Baratto amministrativo: un aiuto concreto ai cittadini in difficoltà

Abbiamo depositato nei giorni scorsi una mozione che impegna la Giunta Comunale a regolamentare e applicare il baratto amministrativo. Cos’è il baratto amministrativo? In sintesi la mozione mira ad offrire a quei cittadini che non riescono a pagare le imposte l’opportunità di poter svolgere lavori di manutenzione urbana.

Il provvedimento, previsto anche nell’articolo 24 del D.L. 133/2014 (sblocca Italia), concernente le misure di agevolazione della partecipazione delle comunità locali in materia di tutela e valorizzazione del territorio, prevede che i Comuni possano definire i criteri e le condizioni per la realizzazione di  progetti presentati da cittadini singoli o associati.
Gli interventi possono riguardare la pulizia, la manutenzione, l’abbellimento di aree verdi, piazze o strade, interventi di decoro urbano, di recupero e riuso, di aree e beni immobili inutilizzati e in genere la valorizzazione di una limitata zona del territorio urbano o extraurbano. Continua a leggere “Baratto amministrativo: un aiuto concreto ai cittadini in difficoltà”

Pubblicato in: sociale

Proposta adozione P.E.B.A

Cos’è il PEBA?

Si tratta del Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche, una normativa entrata in vigore nel 1986 che prevedeva per gli enti pubblici la creazione di un piano per la rimozione di tali barriere.

L.41/1986: “per gli edifici pubblici non ancora adeguati dovranno essere adottati da parte delle Amministrazioni competenti piani di eliminazioni delle barriere architettoniche” ( art 32,c21)

Le barriere architettoniche creano un ostacolo fisico per la mobilità delle persone con capacità motoria ridotta oltre che ad essere un ostacolo che limita l’utilizzo di stazi ed attrezzature.

L’utilizzo del PEBA porterebbe una diagnosi dell’accessibilità delle aree comunali e una programmazione degli interventi per la eliminazione delle barriere architettoniche coinvolgendo alcuni portatori d’interesse e definendone una priorità.

Chi sono i destinatari del PEBA?

In primis i disabili, ma l’attuazione di tale piano sarà certamente di aiuto per gli anziani e donne in gravidanza o con passeggini

Con la nostra proposta noi del Movimento 5 stelle chiediamo quindi che venga adottato il prima possibile il PEBA in modo da eliminare le barriere architettoniche presenti a San Giovanni in Marignano e ottenere così un comune più accessibile per i disabili

( clicca qui le leggere la nostra interrogazione)